Eventi Anno 2014 - Misericordia di Roma Castel Giubileo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Eventi Anno 2014

Archivio Eventi






Il 09 settembre 2014 inizierà il nuovo corso per Soccorritori Volontari.
Affrettatevi per le iscrizioni!

Scaricate il Modulo Iscrizione al Corso

impossibile visualizzale l'immagine


Viterbo - Macchina di Santa Rosa 2014


I nostri volontari in attesa di iniziare il serivizio.

Come ormai da alcuni anni, la nostra Misericordia è stata attivata per l’assistenza sanitaria, nel corso della manifestazione "Macchina di Santa Rosa" in onore della santa patrona della città di Viterbo, riconosciuta dall'Unesco come "patrimonio immateriale dell'Umanità".
Su richiesta dell’ARES 118 della città, il Governatore della locale Misericordia ci ha invitato a prestare servizio che si è svolto il 03 Settembre nella tarda serata. La nostra Confraternita, così come richiesto, ha messo in campo un’ambulanza con 3 soccorritori e 2 infermieri.
Giunti presso la sede della Misericordia di Viterbo, i 2 infermieri si sono recati presso la sala operativa dell’ARES per un briefing preparatorio, mentre l’equipaggio dell’ambulanza riceveva le istruzioni per la loro postazione di servizio.
Il governatore della Misericordia di Viterbo, ha provveduto, con la sua consueta disponibilità ed ospitalità, a fornire ogni Confratello di una cena al sacco.
Il servizio è iniziato alle ore 17.00 con presidio presso Porta Roma, luogo di partenza della Macchina.
I confratelli che hanno svolto il servizio, ringraziano la Confraternita di Viterbo per l'ospitalità ricevuta e per avergli dato modo di vivere, anche quest'anno, questa toccante esperienza.

Vai alla Photogallery


Viterbo - Superlavoro la sera del 3, coperti anche tutti i più importanti appuntamenti prima e dopo il trasporto.

Santa Rosa, 80 volontari della Misericordia al lavoro.
(fonte Tusciaweb)


Intenso lavoro dei volontari durante i festeggiamenti in onore di Santa Rosa. A partire dal 29 agosto fino alla sera del 4 settembre sono state numerose le occasioni che hanno visto le squadre di soccorritori e il nucleo di protezione civile, vigilare sulla popolazione viterbese e sui turisti.
Si è iniziato con i festeggiamenti del quartiere Pilastro, che oltre a un’ambulanza giornaliera, ha visto la sera del 30 settembre impegnate due ambulanze e un equipaggio a piedi dietro la mini macchina pronto a prendersi cura dei mini facchini.


Minimacchina di santa Barbara, il team dei soccorsi


Il giorno seguente, domenica 31 settembre, è stata la volta della new entry, la mini macchina del quartiere santa Barbara, seguita da una squadra formata da soccorritori, medico e infermiere, protetta da un cordone di composto in buona parte dal gruppo di protezione civile della Misericordia di Viterbo e vigilata a breve distanza da due ambulanze.
Al corteo che ha attraversato il centro storico, la misericordia ha sfilato con 55 volontari, impegnati ogni giorno con discrezione a fianco della popolazione e che, per una volta, in via del tutto straordinaria, si sono concessi qualche ora al centro dell’attenzione del pubblico, che li ha salutati con un lungo applauso.
Il giorno del trasporto ha messo a dura prova la macchina organizzativa della Misericordia. Con l’aiuto delle altre Misericordie laziali sono stati messi in campo 17 ambulanze e alcuni mezzi logistici, circa 80 volontari, numerose squadre a piedi e, come ogni anno, è stata installata in ausilio di Ares 118 una tenda pma (posto medico avanzato) donata qualche anno fa dalla Banca di Viterbo.


Il posto medico avanzato dell’Ares e della Misericordia in servizio a santa Rosa


Il 4 settembre ha visto impegnata un’ambulanza a vigilare sull’annuale fiera, oltre alla solita ambulanza a disposizione di Ares 118, impegnata da anni 365 giorni l’anno.
Un grazie va a tutti i volontari che hanno partecipato alla riuscita di questo evento, va ad Ares 118 che permette ogni anno alla Misericordia di Viterbo di lavorare in prima linea al suo fianco. Ringraziamo i comitati organizzatori dei quartieri Pilastro e santa Barbara che ci hanno dato l’onore di prestare servizio nei loro eventi.
E soprattutto un ringraziamento va alle misericordie di Bolsena, Roma Castel Giubileo, Montopoli Sabina, Santa Marinella, Vejano, Marta, Bracciano, Vetralla, Pescia Romana, Piansano, Grotte santo Stefano e Montalto di Castro, che hanno partecipato numerosi la sera del 3 settembre a fianco della Misericordia di Viterbo.

I volontari della Misericordia di Viterbo


S
anta Rosa, la Misericordia a piazza della Repubblica


 

Il 14 giugno 2014, la Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia e i Gruppi Fratres, sono stati ricevuti in udienza dal Santo Padre Papa Francesco.
Circa 20mila confratelli delle Misericordie, provenienti da tutte le parti d’Italia, si sono ritrovati in P.zza S. Pietro per ricevere la benedizione e nuove motivazioni sulla via della solidarietà.
Si è trattato di un evento molto importante nella nostra storia, in precedenza, proprio il 14 giugno, ma del 1986, circa 10mila confratelli vennero ricevuti dall’allora Santo Padre S. Giovanni Paolo II, il quale tracciò una svolta nella vita del movimento, indicando con chiarezza la via della carità che le Misericordie dovevano far propria: “ecco la consegna che vi affido... siate i promotori e fautori della civiltà dell’amore, siate testimoni infaticabili della cultura della carità”.

Ed ecco la consegna di S.S. Papa Francesco: “Tutto il vostro servizio prende senso e forma da questa parola: “misericordia”, parola latina il cui significato etimologico è “miseris cor dare”, “dare il cuore ai miseri”, quelli che hanno bisogno, quelli che soffrono. … … Bisogna che le nostre parole, i nostri gesti, i nostri atteggiamenti esprimano la solidarietà, la volontà di non rimanere estranei al dolore degli altri, e questo con calore fraterno e senza cadere in alcuna forma di paternalismo.”

Guarda il video o vai al testo completo dell'udienza.

impossibile visualizzare l'immagine




Città del Vaticano, 26 aprile 2014, Domenica della Divina Misericordia.

CANONIZZAZIONE DI GIOVANNI PAOLO II e GIOVANNI XXIII

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu